Notizie su Provincia di Chieti

Questa notevole area della Regione Abruzzo costituisce un incrocio di caratteristiche e di particolarità, di attrazioni turistiche, di intatti paesaggi montani e di insediamenti urbani all’avanguardia.

Provincia di Chieti - stemma

Trend popolazione dal 1861

mappa popolazione

Altri dati

Codice Istat: 069
Targa: CH
Data di istituzione: 8 agosto 1806

Popolazione: 372 473
Densità per Kmq: 143,28
Superficie: 2 599,58 Kmq

Amministrazione provinciale

Cenni storici

Inizialmente suddivisa nei circondari di Chieti, di Lanciano e di Vasto (frutto della divisione francese bonapartista), la provincia di Chieti venne istituita ufficialmente con l’Unità d’Italia, nel 1860, succedendo alla provincia dell’Abruzzo Citra del Regno delle Due Sicilie.

Altre notizie storiche.

Comuni

104 comuni

Link del comune

Economia

Turismo, industria, agricoltura, artigianato

Il porto di Ortona è uno dei più importanti porti commerciali d’Abruzzo, ma ha anche funzione mercantile, turistica ed una buona attività cantieristica. Viene utilizzato anche come riparo per le tonnare della Sicilia e del Tirreno nel periodo della migrazione dei tonni nel Mare Adriatico.

Il porto di Vasto ha un uso prevalentemente peschereccio e turistico (come i collegamenti estivi per le Isole Tremiti), con la presenza inoltre del secondo faro più alto d’Italia.

Geografia fisica

La provincia presenta un territorio prevalentemente collinare e montano, con un’orografia molto varia. Il territorio è caratterizzato da un susseguirsi di valli parallele, nella maggior parte delle quali scorrono corsi d’acqua di varia portata. Nella parte più settentrionale il paesaggio si presenta più aspro e disabitato, nella parte meridionale, più dolce e ricco di piccoli insediamenti sparsi.

Gran parte del territorio pianeggiante è costituito dalla pianura costiera e dalle valli, tra cui la Val Pescara e la Val di Sangro. Nella provincia si trova anche buona parte del massiccio della Maiella. I principali fiumi sono l’Alento, il Pescara, l’Aventino, il Sangro, il Foro, il Sinello e il Trigno.

A delimitare il territorio provinciale è a nord il fiume Pescara, che segna il confine con la provincia omonima, a nord-est il Mare Adriatico, a sud-est il fiume Trigno, che segna il confine anche con la regione Molise. 

Il Mare Adriatico bagna a nord-est le coste della provincia. Il litorale viene chiamato Costa dei trabocchi per la diffusa presenza dei trabucchi, antiche macchine da pesca in legno; vi si alternano tratti di spiaggia bassa e sabbiosa o di ciottolame a tratti alti e rocciosi che degradano sul mare.

Mappa

Immagini


Vuoi ricevere gli aggiornamenti mensili di abruzzodascoprire.it? sottoscrivi la nostra newsletter qui o nel footer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.