Notizie su Pianella

Notizie su Pianella

Terra dell’olio

Pianella - stemma

Trend popolazione dal 1861

Loreto Aprutino

Altezza s.l.m.: m. 236
Abitanti: 8 491
Densità per Kmq: 180,47
Superficie: 47,05 Kmq
Codice Istat: 068030
Scheda rischi ISTAT
Abitanti: pianellesi
Santo Patrono: San Silvestro
Festa patronale: ultima domenica di luglio
Gli storici locali asseriscono che il culto di San Silvestro I papa a Pianella è molto antico come attestano il busto collocato sulla porta principale del paese e la tradizione medioevale che vuole che la serenata augurale di Pasqua (Lu Bbonjorne) sia aperta da “La Prediche de San Zelvestre”, ovvero da un discorso che un figurante nelle vesti del Santo papa protettore rivolge nella piazza principale alla comunità, commentando gli eventi politici più ragguardevoli occorsi nell’anno.
La figura di Silvestro potrebbe esservi stata introdotta dalla presenza benedettina… (cfr Maria Concetta Nicolai, Un Santo per ogni campanile, Il culto dei Santi Patroni in Abruzzo, Volume III, pag. 96) (Wikipedia)

Etimologia del nome: La leggenda vuole che la figlia della Regina Giovanna, perse la sua pianella (la scarpetta) girando il regno con la madre. Fu proprio quella ciabatta a dare il nome all’attuale città. Altre fonti, decisamente più attendibili, attribuiscono al nome della città una sorta di evoluzione, iniziata dal nome dell’antica fortificazione Castrum Planellae, risalente all’anno 1500, la quale fu eretta in memoria del luogotenente Cristiano Pellegrini (1313-1340), passando poi per le varie Plenina, Plenilia, fino ad arrivare all’attuale Pianella. Il tema viene ampiamente affrontato da Enrico Sappia De Simone in Appunti sui Popoli Plenilenses e Pianella della Rivista Abruzzese di scienze e lettere, anno IV, fascicoli V-VI (maggio e giugno 1889), pp. 276 e ss. Ma quanto detto in precedenza è solo frutto di tradizioni e leggende popolari, poiché l’origine dell’attuale nome di PIanella è da ricercarsi nella corruzione o alterazione della voce latina, “plana”, intesa come piana, planula, planello, pianello, piccola pianura, attestato nel Regesto di Farfa di Gregorio da Catino (cfr. Ernesto Giammarco, Toponomastica Abruzzese e Molisana, Edizioni dell’Ateneo, 1990, p. 301; ed anche Eliseo Marrone, Il granaio d’Abruzzo dal Comune all’età farnesiana, Pescara, Tracce, 2012, pp. 48–49). (fonte)

Altre notizie storiche

Frazioni di Pianella

Castellana di Pianella, Cerratina di Pianella

Loghi ANCI

     logo-città del vino     logo-città dell'olio

Da vedere e conoscere

Chiese e altri edifici religiosi

Palazzi antichi – castelli

  • Arco di San Silvestro: è una delle porte antiche della città.
  • Porta Santa Maria
  • Monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale, costituito da lapide in marmo con Vittoria Alata in bronzo, opera di Nicola Antino del 1922.
  • Altri palazzi nobiliari

Musei

Parchi e/o riserve naturali

Feste ed attività culturali

Altre info

  • L’economia del paese è infatti incentrata sull’agricoltura, rendendo Pianella l’unico centro abruzzese ad aver ottenuto, nel 2013, il riconoscimento Bandiera verde dell’agricoltura
  • Titolo di città (DPR 2 maggio 2008)

Mappa

Immagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *