Notizie su Moscufo

Notizie su Moscufo

Moscufo forma con i comuni di Pianella e Loreto A. il cosiddetto “triangolo d’oro dell’olio”.

Moscufo

Trend popolazione dal 1861

moscufo

Altezza s.l.m.: m. 45/270
Abitanti: 3 146
Densità per Kmq: 155,28
Superficie: 20,26 Kmq
Codice Istat: 068025
Scheda rischi ISTAT
Abitanti: moscufesi
Santo Patrono: San Cristoforo
Festa patronale: 25 luglio
I bizantini, la cui presenza è stata ampiamente studiata, si insediarono in “un abitato antico in località Colle di Giogo di Moscufo, …. Non è improbabile, quindi, che come altrove vi abbiano introdotto il culto di uno dei loro santi, … Il carattere difensivo dello stanziamento, inoltre, sembrerebbe essere in linea con la scelta di un santo militare, qual è San Cristoforo nella tradizione greca. (cfr Maria Concetta Nicolai, Un Santo per ogni campanile – Il culto dei Santi Patroni in Abruzzo, Volume IV – Abati, monaci, eremiti, eremitani, Pellegrini e santi ausiliatori, pag. 276)


Etimologia del nome: Il toponimo è di orgini incerte. Secondo alcuni è attribuibile alla parola Moskoulf, nome di un longobardo che fu signore del Castello eretto su Colle di Luca. Un’altra teoria sostiene che il toponimo di Moscufo sia frutto della correzione di Boscosus in Moscusus, che, nel periodo longobardo, ha assorbito lessemi latini mos-mus e longobardi kulf, stanti ad indicare una collina tutta ricoperta di boschi.

Altre notizie storiche

Frazioni

Bivio Casone, Casale, Moscufo Scalo, Pischiarano, Selvaiella, Senarica, Valle Pelillo, Villa Sibi

Comune
Wikipedia

Loghi ANCI

Monumenti nazionali (riconosciuti Elenco 1902)

in allestimento

Luoghi della cultura (riconosciuti MIBAC)

Santa Maria del Lago

Da vedere e conoscere

Chiese e altri edifici religiosi

Chiesa di San Cristoforo
Abbazia di Santa Maria Del Lago

Palazzi antichi – castelli

Palazzo dei Ferri

Parchi e/o riserve naturali

Zone archeologiche

Feste ed attività culturali

Altre info

Moscufo ospita rigogliosi uliveti e numerosi frantoi formando con i comuni di Pianella e Loreto Aprutino il cosiddetto “triangolo d’oro dell’olio”. Si tratta di un’area le cui caratteristiche geomorfologiche e microclimatiche consentono la produzione di olio extravergine Aprutino Pescarese dalle particolari qualità chimiche e organolettiche

Mappa


Per segnalare modifiche e/o integrazioni alla presente scheda clicca qui

    I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *