Notizie su Bugnara

Provenendo dalle brulle e maestose Gole del fiume Sagittario, Bugnara è il primo paese della Conca di Sulmona.

Bugnara - stemma

Trend popolazione dal 1861

mappa popolazione

Altri dati

Popolazione: 1 036
Altitudine s.l.m.: m. 580
Densità per Kmq: 41,24
Superficie: 25,12 Kmq
Codice Istat: 066012
Classificazione rischi sismici: 1
Abitanti: bugnaresi
Storico elezioni comunali

Cenni storici

Santo Patrono: Santa Maria della Neve
Festa patronale: 5 agosto
… la chiesa della Madonna della neve, costruita nel X secolo sull’area cultuale detta della Bona Ara, conserva tracce di un pavimento romano in opera spicata, una iscrizione che ricorda Helvia, sacerdotessa di Cerere e un cippo che la ritrae. (cfr Maria Concetta Nicolai, Un Santo per ogni campanile, Il culto dei Santi Patroni in Abruzzo, Volume I, pag. 60)

Etimologia del nome: L’origine del nome è sconosciuta, tuttavia alcune ipotesi formulano che il termine Bugnara derivi da “Bonae Ara” indicante un altare dedicato alla dea Bona o Cerere, tempio trovantesi verosimilmente sotto la chiesa della Madonna della Neve (fonte)

Altre notizie storiche.

Frazioni

Faiella, Paccucci, Stazione Anversa – Villalago Scanno, Torre dei Nolfi

Link del comune

Loghi ANCI

logo-borghibelli.jpg      logo-città dell'olio

Economia

Turismo, agricoltura, artigianato

Da vedere e conoscere

Chiese e altri edifici religiosi

  • xxxxxxxxx

Palazzi antichi

  • xxxxxxxxx

Castello ducale

Il borgo medievale fortificato di Bugnara si trova su una collina a 580 m. sul mare, ai piedi del Colle Rotondo nei pressi del fiume Sagittario e domina dall’alto tutta la Valle Peligna. Il nome deriva, secondo alcuni da Bonae Ara, ossia luogo sacro alla dea Bona (o Cerere), antica divinità delle messi e dell’abbondanza, mentre secondo altri da Vignae Ara, ovvero un luogo ricco di coltivazioni di viti. (fonte)

Il castello fu costruito nel XII secolo dalla famiglia di Sangro che lo abitò fino al 1500. Il palazzo è cinto da mura di cui di cui si conservano le parti laterali con torrette cilindriche. Il resto del castello è stato trasformato in sede residenziale nel XVIII secolo, con corte interna. La struttura è costituita da tre livelli: il piano nobile residenziale, quello terreno e l’interrato di servizio con fondaci, pozzi e vasche in muratura  per la conservazione di olio, grano o altre derrate. (fonte) altre notizie

castello di bugnara framo.eu
fonte stradadeiparchi.it

Luoghi storici – archeologici

  • xxxxxxxxx

Parchi e/o riserve naturali

  • xxxxxxxxxxxxxxx

Feste ed attività culturali

  • xxxxxxxxxxxxxxx

Altre info

  • xxxxxxxx

Mappa

Immagini


Vuoi ricevere gli aggiornamenti mensili di abruzzodascoprire.it? sottoscrivi la nostra newsletter qui o nel footer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.